Messaggi dell'anno 1998

GENNAIO - FEBBRAIO - MARZO - APRILE - MAGGIO - GIUGNO
LUGLIO - AGOSTO - SETTEMBRE - OTTOBRE - NOVEMBRE - DICEMBRE


GENNAIO

Messaggio della Mamma dell’Amore
lunedì 26 gennaio 1998 alle ore 21.05
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, figli diletti, nuovamente qui in mezzo a voi in questa oasi di preghiera che presto fiorirà; qui in mezzo a voi per chiedervi di essere preghiera. Figli amati, l'uomo comprenda che sono giunti i tempi della preghiera. Pregate di più figli,   pregate di più! Preghiera diventi ogni vostra azione, ogni vostro comportamento, ogni vostra parola; preghiera diventi il lavoro, lo studio; preghiera diventi l'accudire i bimbi, l'accudire gli anziani; preghiera diventi il sano divertimento, preghiera diventi ogni vostro momento, ogni minuto, ogni secondo della vostra vita. Figli diletti, il tempo è dono di Dio. Nuovamente vi  chiedo di accostarvi al grande Sacramento della Guarigione, al Sacramento della Confessione. GETTATEVI NEL CUORE DIVINO DI GESU', LUI E' PRONTO A PERDONARVI, E' PRONTO A DIRVI: "ALZATI, VAI, NON PECCARE PIU'!" . Figli, accostatevi sovente al grande Sacramento dell'Eucarestia, Gesù vivo, vero e reale, è là che vi attende per essere il vostro pane quotidiano. Figli diletti ascoltate il mio appello, ascoltate i miei richiami, siete in un momento di grazia, accettate che una Mamma come Me, la vostra Mamma, giunga a dirvi: figli, pregate, pregate, pregate di più! Solamente così salverete il mondo: con la preghiera e i sacrifici, con i sacrifici e le opere. Figli amati, le forze della natura e le forze del male si stanno scatenando sull'uomo; voi pregate! Figli, pregate! Io vi sono accanto, vi benedico, questa sera, invocando, per voi e per tutti i miei figli sparsi in tutto il mondo, la benedizione della Trinità Santissima e la mia benedizione è quindi in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli diletti, la libertà è un grande dono che Dio vi ha fatto. Pregate per coloro che in questi momenti sono schiavi, sono prigionieri, pregate per loro, pregate per tutto il mondo! Estendo la mia benedizione su ogni cosa che voi desiderate che Io abbia a benedire qui e nelle vostre case... ovunque. Per salutarci, a Gesù, vogliamo dire: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!...
Vi abbraccio tutti figli, vi impongo le mani, vi bacio. Andando alle vostre case, date un bacio sulla fronte ai vostri bimbi.
Ciao, figli miei.

FEBBRAIO
Messaggio della Mamma dell’Amore
martedì 17 febbraio 1998 alle ore 11.35
nell'abitazione di Marco

Figlioli miei cari e diletti, nuovamente in questi luoghi per chiedervi di pregare, sì figli, pregate, pregate, pregate di più... Il mio ultimo messaggio non è stato rispettato e non è stato ascoltato; figli non indurite i vostri cuori, accettate questi miei ultimi messaggi. Figli siete in un momento di grazia, siete in un momento di gioia, ascoltatemi, accettatemi, aiutatemi a trattenere la pesante mano di Dio, mano di giustizia e d'amore. Figli, oggi più che mai, vi chiedo di essere testimoni della mia presenza in mezzo a voi; Io, Mamma dell'Amore, vi chiedo di essere testimoni e apostoli della preghiera. Anche il mio Gesù sta parlando al cuore di tanti figli e fratelli suoi. Sono giunti i tempi della grazia e della prova; chi ha fede nulla deve temere. Figli diletti, nuovamente un segno sul corpo del mio strumento, un segno anche per tutti voi. Figli non andate alla ricerca dei segni, vivete i miei messaggi e pregate! Benedico la sua sofferenza e benedico chi gli è, accanto nella preghiera e nella solidarietà. Benedico il suo impegno e benedico la vostra preghiera. Vi benedico tutti, figli diletti, nel nome della Santissima Trinità e quindi in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio Gesù, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli, a Gesù col cuore, per salutarci, vogliamo dire: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... Vi bacio, vi impongo le mani e vi accolgo sotto il mio manto.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
giovedì 26 febbraio 1998 alle ore 21.00
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, sono qui in mezzo a voi in preghiera; con voi ho pregato, con voi prego e con voi pregherò sempre, finché Dio lo permetterà! Figli diletti nuovamente vi chiedo di essere preghiera. Pregate figli, pregate il Signore Gesù che vi indichi la strada, quella strada che Lui stesso vi ha tracciato. Figli amati, in questo tempo di grazia, in questo tempo di sacrifici, di digiuno e di preghiera, vi chiedo di guardare la croce , alla croce di Cristo. Guardate quel trampolino di Salvezza! Lui è morto per i vostri peccati, è morto per poi Risorgere e con Lui risorgerete tutti. Figli amati, in questo periodo di rinunce, vi chiedo di accostarvi sovente al Sacramento della Confessione, Gesù è là per perdonarvi; chiedete perdono a Dio per poi "gettarvi" nel grande Sacramento dell'Eucarestia! GETTATEVI NELL'EUCARESTIA! Figli amati, in questi tempi, vi invito a rimanere uniti. Vedete figli, quando giunge l'ultima battaglia, la battaglia decisiva, bisogna risparmiare le forze, essere tutti uniti per combattere e vincere. E' così nell'esercito dell'Amore, che da tanti anni sto guidando, in questo grande esercito chiedo di rimanere uniti. Il mondo si allontana da Dio, il mondo cerca la divisione; voi correte incontro a Dio, voi cercate l'unità figli! Sono Madre della Chiesa e anche ai miei Ministri, ai Ministri del Mio Figlio, chiedo di rimanere uniti. Sono giunti i tempi, figli diletti, in cui la vostra unità sarà segno di testimonianza e di amore nei confronti della Mamma dell'Amore, nei confronti della vostra Mamma. Ecco che vi benedico figli, vi benedico ad uno ad uno, vi accarezzo, vi impongo le mani e col cuore aperto chiedo alla Trinità Santissima di concedere la Sua benedizione su voi e su tutti; e la mia benedizione è quindi invocata per voi e per tutti in nome della Trinità Santissima ed è quindi in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli, nuovamente vi chiedo di impegnarvi nella lettura e nella meditazione dei miei richiami. Quanti messaggi, quanti richiami in questi anni di grazia... perché i miei messaggi sono il Vangelo di Gesù fatto a boccone per voi. Figli, non succeda mai l'abituarsi ai miei messaggi, non abituatevi ai miei richiami, vi abituereste alla grazia di Dio! Non succeda questo! Viveteli e testimoniate ovunque l'amore che Io ho per tutti voi, quell'amore che vi invito a portare nel mondo! E per salutarci, a Gesù, col cuore, vogliamo dire: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... E se abbraccerete la Croce di Cristo, con Lui Risorgerete.
Vi accarezzo, vi dono la pace del Re della Pace.
Ciao, figli miei.

MARZO
Messaggio della Mamma dell’Amore
giovedì 5 marzo 1998 alle ore 21.20
durante l’incontro di preghiera
nel cenacolo di Castelcovati (Brescia)

Figlioli miei cari grazie delle vostre preghiere. Figli continuate nella preghiera...   portate ovunque la preghiera. Figli, la preghiera entri in ogni casa, in ogni famiglia.
Vi benedico tutti, vi accarezzo e vi impongo le mani. La mia benedizione è invocata per tutti in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen.
Figli vogliamo dire a Gesù il nostro amore... Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!..
Ciao, figli miei.

giovedì 26 marzo 1998 alle ore 16.15
Marco ricorda il 4° Anniversario
delle apparizioni della Mamma dell’Amore

Figlioli miei cari, con voi ho pregato e con voi ho lodato la Trinità Santissima. Figlioli, durante questi anni di grazia, vi ho richiamati alla preghiera, alla carità, all'umiltà e alla penitenza. Figli, la preghiera esca costantemente dal vostro cuore, la lode a Dio sia una costante della vostra vita. Diletti figli, vedete, la preghiera non ha barriere, la preghiera perfora le pareti, i tetti, i monti, la preghiera non ha ostacoli ed insieme a quella dei vostri fratelli giunge al trono di Dio. Figli, la preghiera sia un atteggiamento di vita; pregate figli, pregate sempre. Nuovamente vi ricordo che il Signore non guarda la quantità, ma la qualità delle vostre preghiere e quindi pregate con il cuore figli. In questi anni di grazia il Signore mi ha permesso di darvi la mano e camminare insieme verso di Lui. Figli, i tempi si fanno sempre più maturi, si stanno avvicinando le grandi prove e i grandi segni. Figli, Gesù è nel mondo e presto camminerà fisicamente accanto a voi e accanto a tutti i suoi fratelli e figli miei.
Figli amati, le forze della natura si vanno via via scatenando all'uomo; l'uomo non comprende più la ragione, l'uomo non rispetta l'uomo, l'uomo non accetta più il valore della vita, l'uomo non apprezza più il fratello; l'uomo rifiuta Dio suo unico creatore. Figli amati, nella sua bontà, il Padre ha mandato nel mondo il Figlio Gesù, morendo sulla croce ha distrutto la morte e risorgendo vi ha ridato la vita. Questo il grande segno che molti non hanno accettato, non hanno voluto accettare. Figli cari, la croce di Gesù è il vostro "trampolino " che vi lancia verso il cielo. Figli, insieme a Gesù dite il vostro "consumatum est" per poi con Lui dire il " sì " alla vita eterna, il sì alla luce in Dio. Figli, in questi anni di grazia vi ho chiesto di obbedire e rispettare la Legge di Dio, i Comandamenti; questo rispetto sia per voi l'inizio di un'alleanza nuova con il Datore di ogni bene. Dio vi ha dato la sua Legge non per rendervi schiavi, ma per rendervi liberi figli di Dio; nessuna costrizione figli, Dio , nella sua bontà, vi ha lasciati liberi. Questa libertà, molte volte, vi rende schiavi. Figli amati, in questi anni, quante volte vi ho chiesto di vivere e amare i Santi Sacramenti! Ascoltatemi figli! Questi sono gli ultimi tempi della grazia, questi sono i miei ultimi richiami, i miei ultimi messaggi, Io sono pronta per ritirarmi nell'ombra e lasciare il posto al Re, a Gesù Dio... Figli amati, tutti i miei figli devono capire queste mie parole, di qualsiasi religione, lingua, razza. etnia... tutti comprendano che Gesù sta visitando la terra e questa non sarà la fine, ma l'inizio del regno dello Spirito d'Amore ove tutti vivranno in pace e nessuno cercherà di sottomettere l'altro. Figli, lo capiscano anche tutti i miei figli che in questi periodi fanno lo sbaglio di diversificare il cammino, il gruppo o il movimento di cui fanno parte; figli, le mie parole sono per tutti e per ciascuno, soprattutto per coloro che si ritrovano in gruppi di preghiera per pregare e per vivere ciò che Gesù vi ha detto. Figli cari, quest'oggi vi benedico tutti, benedico il Vicario di Cristo il Papa, il Principe dell'Evangelizzazione. Benedico i cardinali, i vescovi, i sacerdoti, i missionari e le missionarie. Benedico quei Sacerdoti che in questi momenti sono uniti idealmente con voi in preghiera, tutti benedico. Benedico i capi di Stato, i governanti, i politici. Benedico chi ricopre una carica civile e politica; sia per loro una vocazione e un servizio. Benedico gli ammalati, i sofferenti, benedico i drogati, gli ex-carcerati, i malati di aids, tutti benedico ed accarezzo. Benedico le mamme, quelle in attesa e quelle che da poco hanno dato alla luce una nuova creatura e benedico chi li assiste e perciò gli infermieri e i medici. Benedico tutto ciò che desiderate Io abbia a benedire qui e nelle vostre case. Benedico l'acqua, l'olio, il sale, l'incenso, i ceri... e tutto ciò che desiderate Io abbia a benedire. Figli, la mia benedizione è invocata per voi e per tutti, in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli, a Gesù col cuore, per salutarci, vogliamo dire: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... Vi accarezzo tutti, vi impongo le mani e vi invito a continuare il cammino sotto il manto della vostra Mamma, della Mamma dell'Amore. Vi dono la pace.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
durante l'incontro di preghiera nella serata del 26 marzo 1998
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, figli diletti, sono giunta per ringraziare insieme a voi la bontà del Signore Dio. Figli amati, Gesù mi ha mandata e mi manda in mezzo a voi, Gesù mi ha mandata e mi manda in molti luoghi sulla terra per avvertire tutti i miei figli che sono venuti i tempi della grazia, i tempi della benedizione. Figli amati vi benedico, benedico tutti voi qui riuniti, benedico il mio strumento che in questi anni è stato un docile strumento nelle mani di Dio, benedico questo luogo, benedico tutto ciò che desiderate Io abbia a benedire e la mia benedizione giunga anche a quei ministri di Dio che in questo momento stanno ricordando questo grande momento. La mia benedizione giunga ovunque, in nome di Dio Padre, in nome di Dio Figlio, in nome di Dio Spirito d'Amore. Amen.
Figli amati con Gesù Risorgerete, abbracciate la croce, quella è l'unica salvezza per l'umanità; e per salutarci a Lui diciamo: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... Figli, in questi anni molti tra voi hanno cercato di impegnarsi ascoltando i miei messaggi, altri hanno iniziato da poco il cammino, altri, sapendo di questa esperienza, hanno cercato in ogni modo di deviare i disegni di Dio. Vi bacio tutti figli, vi impongo le mani, vi dono la pace...
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
lunedì 30 marzo 1998 alle ore 23
nell'abitazione di Marco

Figlioli miei cari e diletti, già ve l'ho detto e nuovamente ve lo ricordo: quando la battaglia giunge al termine, bisogna risparmiare le forze, bisogna concentrarsi, essere uniti per lottare e sconfiggere il nemico. Figli, il vostro nemico è il maligno che in ogni modo cerca la divisione, i rancori, i litigi, le incomprensioni e il disordine. I tempi sono maturi figli, Io mi sto ritirando nell'ombra. Vi prego figli, ascoltatemi! Ascoltatemi figli! Insieme ai vostri santi protettori, che sono qui con me, sì, sono qui con me: San Luigi dei Gonzaga, Santa Maria Goretti, San Domenico Savio, San Giovanni e San Giovanni Bosco, San Giuseppe, San Giuda Taddeo e tutti i santi che godono della luce di Dio; insieme a loro e agli Arcangeli e agli Angeli, invoco su di voi la benedizione della Santissima Trinità e quindi vi benedico in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli, solo con la PREGHIERA, I SACRIFICI E LA PENITENZA mi rendete felice. A Gesù col cuore, per salutarci, vogliamo dire: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!...
Vi bacio e vi stringo stretti sotto il mio manto.
Ciao, figli miei.

APRILE
Messaggio della Mamma dell’Amore
venerdì 03 aprile 1998 alle ore 23.45
al termine della riunione del Consiglio dell'Associazione

Figlioli cari, grazie figli per l'impegno che portate avanti, mi volete bene, lo so, Io voglio bene a voi e a tutta l'umanità; l'umanità che sta via via allontanandosi da Dio. Figli pregate per la Chiesa Santa di Dio, pregate per i miei ministri, pregate per la Chiesa figli, per il Papa, i Vescovi, i Sacerdoti... per le anime consacrate che non bevano fino in fondo il calice dei vizi; con castità, umiltà e povertà trascinino le anime a Dio. Figlioli i tempi sono maturi, i tempi sono della grazia, i tempi sono della preghiera. Figlioli vi attendo in quel luogo in cui per molti anni vi ho parlato e continuerò a parlarvi, là dove una pietra ha dato inizio ai disegni di Dio. Pregate con fede perché la misericordia di Dio permetterà tante grazie, guarigioni fisiche e spirituali. Vi benedico in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen.
Benedico il vostro operato, benedico questa Associazione che Io ho desiderato con tanto amore; vi seguo, vi sorreggo e vi accarezzo tutti. Portate la mia benedizione ovunque. Rimanete uniti, figli, mi raccomando e diffondete ovunque il mio sorriso, il mio messaggio.
Ciao, figli miei.

Messaggi della Mamma dell’Amore
giovedì santo 9 aprile 1998 alle ore 16
nell'abitazione di Marco


Figlioli miei cari, ecco figli, Gesù prima di essere tradito, prima di essere arrestato, condannato, flagellato, incoronato di spine, beffeggiato e deriso, prima di prendere sulle sue spalle il pesante legno della Croce, prima di morire sulla Croce; mentre era seduto con i suoi Apostoli, prese tra le sue mani sante e rispettabili il pane, lo spezzò, ne diede un pezzetto ad ognuno e disse: "Questo è il mio Corpo! Figli e fratelli, questo è il mio Corpo!". Poi, sollevato un bicchiere, un calice, disse: "Questo è il mio Sangue. Questo è il frutto della vite e del lavoro umano, ora è il mio Sangue. Figli e fratelli, il Sangue della Nuova ed Eterna Alleanza!" . Gesù ha fatto un dono ai suoi Apostoli: il suo Corpo e il suo Sangue. Gesù, ogni istante, rinnova il suo sacrificio sugli altari del mondo. Figli, l'Eucarestia deve essere il vostro cibo, il vostro pane quotidiano. Nell'Eucarestia il mondo si lava da ogni colpa e ci ciba del suo Dio. Figlioli amati, GETTATEVI NELL'EUCARESTIA, GETTATEVI NEL CUORE DIVINO DI GESU', ABBRACCIATE LA CROCE, figli, CON GESU' RISORGERETE TUTTI... Vi dono la pace e vi benedico. A Gesù, col cuore, vogliamo dire: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Grazie Gesù!...
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
martedì 21 aprile 1998 alle ore 21
durante l’incontro di preghiera
nel cenacolo di Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, amati figli, grazie delle vostre preghiere. Pregate, continuate ad essere preghiera. Io sono costì in mezzo a voi, per pregare e per ringraziarvi del vostro impegno. Figli amati abbraccio tutti quei fratelli che, in questi momenti, in questi minuti, sono in preghiera insieme a voi; tutti proteggo, tutti benedico. Figli diletti continuate a ritrovarvi costì per far crescere l'oasi, l'oasi dove il viandante possa trovare il ristoro, dove il pellegrino trovi la preghiera e accoglienza, dove il vagabondo trovi luogo di rifugio, dove il crudele, il cattivo trovi amore. Figli amati vi benedico, vi benedico in nome della Trinità Santissima ed è quindi in nome di Dio che è Padre, l'Onnipotente, in nome di Dio che è Figlio, Gesù il vostro Redentore, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli, Cristo è Risorto, è veramente Risorto e allora a Lui che è nella Gloria, ma che è pure in mezzo a voi, vogliamo dire: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... Vi abbraccio, vi impongo le mani, vi accarezzo. Andando alle vostre case, alle vostre dimore, portate il mio sorriso, la mia benedizione, ovunque, in particolar modo a tutti i bambini, a tutti i miei figli.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
domenica 26 aprile 1998 alle ore 21.10
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, figli diletti, sono rimasta in mezzo a voi in preghiera; ho pregato con voi il Signore, il nostro Redentore Gesù Dio. Ho pregato insieme a voi la Trinità Santissima, ho pregato insieme a voi Dio Onnipotente, il Datore di vita; ho pregato insieme a voi Dio Figlio, il Redentore, il Salvatore; ho pregato insieme a voi Dio Spirito d'Amore, Spirito d'Illuminazione, Spirito di Consiglio e di Fortezza. Figli amati, questa sera, vi chiedo di aiutarmi, sì figli, aiutatemi a salvare il mondo! Figli amati, a tutti, anche coloro che non accettano la mia venuta costì, a tutti chiedo di aiutare la Mamma a salvare il mondo! Figli pregate, pregate di più, non mi stancherà mai di dirvelo, figli, fino a quando mi ritirerò nell'ombra, mai mi stancherò di chiedervi di essere preghiera.
Figli: preghiera, sacrifici e penitenza. Figli amati, vi benedico, vi benedico ad uno ad uno, ma vi chiedo di essere preghiera. Io, figli, sono la vostra Regina (voi dite), sono la vostra Mamma, figli, insieme a voi condivido le vostre gioie, le vostre sofferenze, gli entusiasmi, con voi condivido ogni momento perché Dio lo desidera. Ecco che benedico voi qui radunati in preghiera, benedico quei ministri di Dio che in questi momenti sono in preghiera ricordando che la Mamma, Maria, sta posando i piedi sulla terra. Benedico le religiose, in particolare le suore di clausura, che, in quei conventi , si consumano nella preghiera per salvare il mondo. Benedico tutto ciò che desiderate Io abbia a benedire qui e nelle vostre case. Benedico i gruppi, i cenacoli di preghiera... che sorgano , che nascano tanti gruppi e cenacoli di preghiera per invadere il mondo di preghiere, di tante preghiere. E benedico, in particolar modo, quell'acqua che tra poco il mio strumento raccoglierà. E la mia benedizione è invocata per voi e per tutti dalla Trinità Santissima ed è in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, il Redentore, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli amati e col cuore a Gesù, per salutarci, vogliamo dire: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... Apro il mio manto, vi copro, vi stringo tutti sotto il mio manto, stringo tutti i vostri fratelli, coloro che non sono convenuti costì, stringo l'umanità intera sotto la mia protezione. Figlioli: PREGHIERA, SACRIFICIO E PENITENZA. Vi impongo le mani, vi accarezzo e vi bacio. Tornando alle vostre case, entrando nelle vostre case, dite: ENTRA O GESU', RIMANI O GESU', PORTA UN PO' DI FEDE GESU', PORTA UN PO' D'AMORE GESU', PORTA UN PO' DI SPERANZA, PORTA L'AMORE VERSO DIO, O GESU'... GRAZIE O GESU'...
Vi bacio. Ciao, figli miei.

MAGGIO
Messaggio della Mamma dell’Amore
martedì 26 maggio 1998 alle ore 20.50
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, diletti figli, ecco ho pregato con voi in questo mese dedicato dalla Chiesa Santa di Dio alla vostra Mamma, a me, Maria. Figli amati, le preghiere che avete lanciato verso il cielo, i sacrifici che avete fatto durante questo mese di maggio, continuateli per tutta la vita. Figli amati, raccolgo e unisco tutte le vostre preghiere, ne faccio un mazzo di fiori e lo porto a Gesù e sarà il Cuore Divino di Gesù che concederà. Figli amati, preparatevi alla nuova Pentecoste, preparatevi alla discesa dello Spirito d'Amore sull'umanità, lo Spirito Santo scenda su di voi e in voi... Spiritus Domini, super vos et in vos... L'Esprit de Dieu sur vous mes fils...Espirito de Dios en vuestros corazones... Figli, è gioia per la Mamma andare da tutti i suoi figli a chiedere di essere preghiera ed è grande gioia per la Mamma andare a pregare in mezzo ai suoi figli, vedere i suoi figli che pregano, vedere i suoi figli che adorano Dio. Grazie figli, continuate ad essere preghiera; e questa sera vi benedico, vi benedico tutti in nome della Trinità Santissima; benedico il Vicario di Cristo, il Papa, pellegrino in mezzo a tanti pellegrini; benedico i vescovi, i sacerdoti, i religiosi, le religiose; benedico quei ministri di Dio che sono idealmente in preghiera con voi; benedico gli ammalati, benedico chi soffre, benedico tutto ciò che desiderate Io abbia a benedire qui e nelle vostre case e la mia benedizione è invocata per voi e per tutti in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli amati e dal cielo, colei che si è spenta lentamente, è insieme a voi in preghiera; e a Gesù, figli, per ringraziarlo del suo amore, vogliamo dire: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... Benedico in particolar modo tutte quelle rose, le rose in particolare, che vadano a riempire quelle bustine e le mie immagini corrano ovunque.
Vi bacio, vi stringo e vi proteggo.
Ciao, figli miei.

GIUGNO
Messaggio della Mamma dell’Amore
venerdì 26 giugno 1998
ricevuto in locuzione dal suo strumento Marco

Figli cari ed amati, nuovamente giungo in questi luoghi, in queste vallate, roccaforti di fede e di preghiera, a me tanto care, per richiamarvi. Figli diletti, mentre vi ringrazio per l'impegno che ponete nel vivere i miei messaggi e i miei appelli, vi chiedo di impegnarvi sempre più nella preghiera. Figli, la vostra preghiera sia semplice, pura, sentita, profonda e vera. Figli, la preghiera diventi il lavoro, lo studio, l'accudire i bimbi e gli anziani; preghiera diventi lo stare in compagnia, lo stare con i fratelli. Figli amati, come Mamma dell'Amore, vi chiedo di amarvi come veri fratelli; il vostro amore non sia solo per qualcuno, il vostro amore sia per tutti indistintamente. Voi, FIGLI DELLO STESSO DIO, imitatelo in ogni momento della vostra vita, fate la sua volontà e amatevi. Nuovamente vi invito ad alzare lo sguardo e guardare il Cuore Divino di Gesù. Figli, GESU' DIO VI AMA, LUI VI AMA COME SE FOSTE L'UNIVERSO. Nel suo Cuore gettate i vostri pensieri, le vostre ansie, le vostre sofferenze; nel suo Cuore Divino gettate le vostre gioie e le vostre soddisfazioni; nel suo Cuore Divino gettatevi e sarete dei nuovi Giovanni. Figli cari, voi, nuovi Giovanni, voi chiamati a preparare la strada a Lui, voi chiamati a testimoniare il suo amore . Figli, la mia venuta è desiderio suo, desiderio di Gesù Dio. Voi ricordate figli, Io sono la serva, la serva voluta grande dal Suo amore, ma sempre serva. Il padrone è Lui, fate quello che Lui vi dirà! Figli, Gesù parla al vostro cuore, quando siete in preghiera, quando siete in raccoglimento Lui è lì accanto a voi e vi benedice. Figli è per questo che vi invito a ritrovarvi a vegliare dinanzi a Lui Santissimo Sacramento. Figli, molte volte in quelle Chiese Gesù è solo, fategli visita, accostatevi a Lui, Gesù è là prigioniero d'amore per ascoltarvi, sanarvi e benedirvi. Nuovamente, ai ministri di Dio, chiedo di Consacrarsi al Mio Cuore Immacolato per volere di Dio, a loro chiedo di essere dei nuovi Gesù in mezzo al popolo santo di Dio. I ministri di Dio preparino il popolo a tempi nuovi, i ministri di Dio promuovano cenacoli e incontri di preghiera, i ministri di Dio non bevano fino in fondo il calice dei vizi! A voi ministri di Dio, a voi diletti figli, chiedo di amare Dio e trasmettere questo amore a tutti i miei figli. Figli amati vi benedico tutti in nome della Trinità Santissima e quindi in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen.
A Gesù col cuore, figli, vogliamo dire: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!...
Vi bacio, vi impongo le mani e vi accarezzo.
Ciao, figli miei. Grazie per il vostro impegno...

Messaggio della Mamma dell’Amore
venerdì 26 giugno 1998
durante l'incontro di preghiera nella serata
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, figli diletti, grazie di essere convenuti costì in preghiera. Continuate nella preghiera, fate di questo luogo un'oasi di preghiera ove ognuno di voi trovi il pane, trovi la bevanda per continuare, trovi l'aiuto, la carica per proseguire. Figli diletti vi benedico in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio Gesù, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli cari, sono giunta in questo momento per dire insieme a voi, a Gesù col cuore, a Lui che ama il mondo, a Lui col cuore figli: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù...Vi bacio figli, vi copro col mio manto; poi il mio strumento vi leggerà le mie parole.
Ciao, figli miei.

LUGLIO
Messaggio della Mamma dell’Amore
domenica 26 luglio 1998 alle ore 21.05
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, figli diletti ho pregato con voi in questo mese dedicato dalla Chiesa Santa di Dio, al Prezioso Sangue di Gesù. Figli diletti, il Sangue di Gesù Dio scenda sull'umanità per lavarla, purificarla, sanarla e benedirla; col suo sangue versato per voi, Lui vi ha redenti, Lui vi ha salvati. Figli amati, nuovamente vi invito alla preghiera, alla preghiera pura e sentita; pregate col cuore figli, pregate l'Onnipotente Dio, che è Datore della Vita, che è Padre; pregate il Figlio Gesù fratello vostro, il vostro Re, il vostro Salvatore, il vostro Redentore; pregate lo Spirito Santo, Spirito d'Aiuto, di Consiglio, d'Illuminazione, Spirito d'Amore; pregate Dio, figli, siate preghiera! Figli amati ho desiderato in queste vallate, da me tanto benedette, il Mio Innamorato, il Vicario di Cristo. Ero accanto a voi, ho gioito con voi, ho benedetto la vostra testimonianza, il vostro saluto. Figli diletti pregate per il Vicario di Cristo, per il Papa, pregate per i Principi della Chiesa, pregate per i vescovi, per i sacerdoti, pregate per tutti. Vi benedico figli diletti, partendo dai più piccini, dai bimbi, poi i genitori, gli attempati, gli anziani, gli ammalati; tutti benedico in nome di Dio che è Figlio, Gesù fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli, a Gesù col cuore vogliamo gridare: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... Ed anche in questi momenti di riposo, ricordate di essere preghiera; pregate figli, ho bisogno delle vostre preghiere per salvare il mondo. Vi impongo le mani, vi bacio, vi accarezzo tutti figlioli e tornando alle vostre case, portate il mio profumo, portate il mio saluto, portate il mio sorriso.
Ciao, figli miei.

AGOSTO
Messaggio della Mamma dell’Amore
lunedì 3 agosto 1998 alle ore 23
durante l’incontro di preghiera
nel cenacolo di Ospitaletto (Brescia)

Figlioli miei cari, sono rimasta con voi ed ho pregato con voi. Figli, era impensabile per la Mamma non giungere in questo luogo per benedire, qui ove la misericordia di Gesù ha concesso un grande segno. Figli nuovamente vi invito alla preghiera; pregate Dio che è Padre, Dio che è Figlio, Gesù, Dio che è Spirito d’Amore, Spirito di Fortezza e di Consiglio. Figli, verrò ancora in questo luogo, in questo cenacolo, sì, verrò ancora perché è desiderio di Gesù, poi vi dirò... Figli, la mia benedizione scenda su voi qui radunati, scenda ovunque, scenda su chi è passato in questo luogo per pregare, adorare e ringraziare Dio per il suo amore. Figli cari continuate nella preghiera e nella testimonianza. Figlio caro, figlio, avanti nel nome del Signore! Vi benedico in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen.
Vi abbraccio e vi impongo le mani.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
mercoledì 5 agosto 1998 alle ore 22.30
nell'abitazione di Marco

Figli cari ecco, nella preghiera, nel sacrificio e nei digiuni troverete la soluzione ad ogni vostra domanda. Figli diletti, l'umanità non comprende l'avvicinarsi del Ritorno di Gesù. Figli diletti, la Chiesa Santa di Dio non riesce a comprendere il Ritorno di Gesù. Figli amati, quante volte ho posato i miei piedi in quel luogo prescelto da Dio Onnipotente! Figli, quante volte vi ho parlato, figli, quante volte vi ho richiamati, figli, quante volte vi ho benedetti! Diletti figli vedete, non solamente voi vi fate queste domande, non solamente voi mi chiedete di aiutarvi, sì, di aiutarvi a crescere nella fede! Tanti miei figli mi chiedono questo, in particolare i miei strumenti. Ma figli, voi oggi conoscete la vita di Gesù grazie alla testimonianza di pochi: i suoi Apostoli. Voi conoscete Gesù non perché lo avete conosciuto, ma perché avete fede...e gli Apostoli avevano fede, la fede che hanno testimoniato fino all'effusione del loro sangue. Gli Apostoli hanno abbandonato tutto: la famiglia, le reti, il lavoro, per seguire Gesù. Figli, la Mamma dell'Amore non vi chiede questo, cioè di  abbandonare tutto; almeno a voi questo non è richiesto. A voi figli chiedo di rimanere con le vostre famiglie, nei vostri paesi, di continuare nel vostro impiego perché così riuscirete ad aiutare i vostri fratelli e amici. Figli, è Mio desiderio che voi vi rechiate "la seconda domenica di ogni mese" in quel luogo ove molti anni fa, nel vostro tempo, la misericordia di Dio ha desiderato che Io dessi un segno visibile.
Figli vi benedico, vi impongo le mani e vi bacio.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
domenica 9 agosto 1998 alle ore 17.45
durante l’incontro della seconda domenica del mese
nel cenacolo di Ospitaletto (Brescia)

Figlioli miei cari, figli amati grazie delle vostre preghiere. Pregate figli, siate preghiera, portate la preghiera ovunque nel mondo! Figli amati, in questo" cenacolo della Passione e della Preghiera", giungo nuovamente per portare il mio saluto, per portare il mio richiamo. Figli amati, a tutti voi e a tutti coloro che giungeranno costì, chiedo di pregare, di pregare, di pregare...Solamente con la preghiera, coi sacrifici e col digiuno riuscirete ad aiutarmi. Figli diletti, la misericordia di Dio ha desiderato che qui, in questa casa, in questo luogo ci fosse un segno. Nuovamente giungo, non per cancellare, ma per continuare il cammino verso Gesù. Figlioli, vegliate, siate pronti, il Maestro sta per giungere, andategli incontro. Gesù mi manda nel mondo per richiamarvi a Lui, figli ed è per questo che in molti luoghi Io porto i miei messaggi, in altri luoghi do segni, ma è Gesù, è Dio che permette perché è suo desiderio che tutti i suoi figli si salvino ed è per questo che giungo costì per benedirvi e per dirvi di essere preghiera, di accostarvi, figli, ai Santi Sacramenti, accostarvi al grande Sacramento del perdono, al sacramento della guarigione; Gesù è là pronto per perdonarvi, sapete? E poi, una volta accostati a questo grande Sacramento, accostatevi a Lui vivo, vero e reale nell'Eucarestia. Figli amati vi benedico, benedico voi qui in preghiera, benedico tutti coloro che sono in preghiera ricordando questo momento, pensando a questo gruppo, a questa oasi. Benedico tutti e la mia benedizione scenda su tutto ciò che desiderate Io abbia a benedire qui e nelle vostre case. La mia benedizione è in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli, a Gesù che è qui vivo, vero e reale vogliamo dire col cuore: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!.. Vi bacio, vi stringo sotto il mio manto; non dubitate figli; ho inviato un mio strumento in mezzo a voi perché è desiderio di Dio, in questi ultimi tempi, che molti miei figli si convertano e torni la preghiera. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
mercoledì 26 agosto 1998 alle ore 21
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, diletti figli, ho pregato con voi, sono in mezzo a voi in preghiera, raccolgo le vostre preghiere e le porterà a Gesù. Figli amati, il mondo ha bisogno di vivere la preghiera, l'uomo ha bisogno di riscoprire i veri valori della vita. Ognuno di voi nella preghiera scopra l'Amore che Dio ha per tutti. Ed è per questo figli che nuovamente vi invito ad essere preghiera. Figli amati, preghiera diventi il lavoro, lo studio, preghiera diventi l'accudire gli anziani, preghiera diventi lo stare in compagnia, il sano divertimento; fate figli del vostro tempo una costante preghiera a Dio. Figli diletti, mentre vi ringrazio delle preghiere che avete elevato al Signore, nuovamente vi chiedo di essere preghiera, sì figli, preghiera... La preghiera rientri nelle famiglie, la preghiera rientri nei posti di lavoro, la preghiera rientri nelle scuole, la preghiera rientri ovunque voi la portiate, ovunque figli, portate la preghiera! Figli amati, benedico voi che siete convenuti costì, benedico il Vicario di Cristo, benedico i vescovi, i sacerdoti, i religiosi e le religiose, benedico gli ammalati e chi soffre, benedico tutto ciò che desiderate Io abbia a benedire qui e nelle vostre case; e benedico l'acqua, l'olio, il sale, l'incenso, i ceri e gli oggetti religiosi. E benedico tutte le vostre corone del Santo Rosario, tutte le benedico figli e al termine di questo momento di preghiera, il mio strumento appoggerà tutte le vostre catene di rose alla mia immagine e Io le benedirò una ad una. E la mia benedizione è invocata per voi in nome della Trinità Santissima ed è quindi in  quindi in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli amati, questa sera, come Mamma dell'Amore, vi chiedo di amarvi; tra di voi regni la   carità, l'amore, la serenità e l'umiltà. E a Gesù, figli, per salutarci vogliamo dire... col cuore... Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... Vi bacio tutti figli, vi accarezzo... andate nel mondo e portate ovunque la preghiera, la preghiera, la preghiera...
Ciao, figli miei.

SETTEMBRE
Messaggio della Mamma dell’Amore
domenica 13 settembre 1998 alle ore 17.50
durante l’incontro della seconda domenica del mese
nel cenacolo di Ospitaletto (Brescia)

Figlioli miei cari, figli diletti, grazie di essere convenuti costì in preghiera. Figli amati, è gioia per me entrare in tanti gruppi e cenacoli di preghiera, a volte non sentita, non vista, per accarezzare tutti i miei figli ed è pure gioia per me entrare in tanti cenacoli e gruppi di preghiera, udita tramite i miei strumenti, proprio perché sono giunti i tempi in cui Gesù Dio desidera far festa con tutti voi; Gesù Dio desidera inviare in mezzo a voi la vostra Mamma Maria, per portarvi tutti alla santità. Figli amati è festa in cielo per un vostro fratello che si converte, è festa in cielo quando voi pregate con fede, è festa in cielo quando sacrificate un pò del vostro tempo e lo donate a Dio. Figli amati, giungo in questo cenacolo per chiedervi di essere preghiera, preghiera figli, preghiera... I tempi sono maturi, i tempi della grazia vi si stanno aprendo dinanzi, preparatevi con la preghiera. Figli amati vi benedico, benedico ognuno di voi, benedico i bimbi che sono qui, benedico le spose, gli sposi, benedico i genitori, benedico gli  attempati, benedico tutti voi in nome della Trinità Santissima ed è quindi in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. E la mia benedizione giunga ovunque voi desiderate che entri la benedizione di Maria. Figli diletti, a Gesù, prima di salutarci, vogliamo dire il nostro amore; allora col cuore figli, col cuore: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!...
Avete reso felice il Cuore Divino di Gesù; ripetete sovente figli durante la vostra giornata l'amore che avete per Gesù. E a tutti coloro che hanno desiderato essere accanto al mio strumento, chiedo di impegnarsi di più! A tutti voi chiedo d'impegnarvi a testimoniare questi momenti, questi eventi, perché la grazia del Signore scenda non   solo su di voi, ma su tutti i miei figli. Vi bacio figli, vi impongo le mani, vi accarezzo tutti e tornando alle vostre case, entrando nelle vostre abitazioni dite: ENTRA GESU', RIMANI GESU', PORTA LA PACE IN QUESTA FAMIGLIA GESU', PORTA IL TUO AMORE IN QUESTA FAMIGLIA GESU', PERCHE' TU SEI DIO E NOI TI AMIAMO.
Vi accarezzo tutti figli.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
sabato 26 settembre 1998 alle ore 21
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, figli diletti sono qui in preghiera con voi. Figli amati, preghiamo, pregate, siate preghiera. Figli amati, nuovamente vi richiamo ad essere preghiera, a portare la preghiera ovunque nel mondo, ovunque! Siate portatori e apostoli della preghiera! Figli amati, questa sera, vi chiedo anche di essere testimoni, testimoni di Gesù; con la preghiera, con la testimonianza, aiutate tanti vostri fratelli a tornare sulla strada maestra, sulla strada che porta alla santità, sulla strada che porta a Dio. Figli amati, gli uomini, il mondo, non comprendono questi grandi momenti di grazia ed è per questo che Io porto i miei messaggi a molti, moltissimi miei figli; ed è per questo che Dio permette molti segni, ma voi non andate alla ricerca di questi, voi siate preghiera. Ecco che la mia benedizione, figli amati, scende su voi qui radunati, scende su tutti coloro che non sono convenuti costì, ma che, a distanza, sono in preghiera con voi. Benedico in modo del tutto particolare il Vicario di Cristo, il Mio Innamorato, benedico i Vescovi, in particolare il Vescovo di questa diocesi, benedico i sacerdoti, i ministri di Dio, benedico gli ammalati, i sofferenti e insieme al ministro di Dio qui presente (la Mamma si riferisce al Sacerdote presente all'incontro), vi benedico in nome della Trinità Santissima ed è quindi in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli diletti, insieme agli Arcangeli Michele, Raffaele e Gabriele, insieme ai vostri Angeli Custodi, insieme ai Santi, a San Giuda Taddeo, San Luigi dei Gonzaga, Santa Teresa e a tutti i santi, vogliamo dire col cuore:" Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... Vi bacio figli, vi impongo le mani, vi stringo stretti sotto il mio manto. Andate nel mondo e siate testimoni dell'amore che Dio ha per ciascuno di voi.
Ciao, figli miei.

OTTOBRE
Messaggio della Mamma dell’Amore
domenica 11 ottobre 1998 alle ore 17.15
durante l’incontro della seconda domenica del mese
nel cenacolo di Ospitaletto (Brescia)

Figlioli miei cari, diletti figli, sono giunta per dirvi che sono con voi in preghiera, sono qui insieme al mio Gesù per pregare insieme a voi. Figli amati create tanti cenacoli e gruppi di preghiera per inondare di oasi il deserto. Nei gruppi di preghiera, pregate con fede, pregate, pregate Dio; chiedete, chiedete a Dio; lodate, lodate Dio; ringraziate, ringraziate Dio; chiedete perdono, perdono a Dio. Figli amati, ecco, nei gruppi di preghiera, usate carità, carità tra di voi, con i vostri fratelli, usate l'amore, sì, date l'amore, trasmettete amore a chi non sa dare amore. La preghiera entri in tanti gruppi di preghiera, figli sì, entri la preghiera vera. I gruppi di preghiera sono l'inizio per poi portare la preghiera nelle proprie famiglie ed è quello che vi sto chiedendo figli! Portate la preghiera nei vostri focolai, nelle vostre famiglie, consacrate le vostre famiglie al Cuore Divino di Gesù e poi, se lo desiderate, al Mio Cuore Immacolato per volere di Dio. Ecco figli che vi benedico, vi benedico ad uno ad   uno. Benedico il Vicario di Cristo, il Papa e chiedo a voi, in questa settimana, di pregare per Lui, di pregare per il mio Papa, per il mio Innamorato, per colui che ho desiderato guida della Chiesa di Mio Figlio Gesù. Figli pregate, pregate per Lui, ascoltate, mettete in pratica ciò che Lui in questi ultimi tempi sta dicendo al mondo intero; e benedico i Vescovi, i sacerdoti, benedico i religiosi, i consacrati, le consacrate, benedico voi che siete convenuti costì, partendo dai bimbi, dai piccini e benedico tutti, vi accarezzo; e la mia benedizione è invocata dalla Trinità Santissima ed è quindi in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio Gesù, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli amati vogliamo dire a Gesù col cuore: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù! Vi accarezzo figli, vi impongo le mani, non temete figli, io sono in mezzo a voi, io vi sorreggo. Il mio sorriso, il mio richiamo, il mio saluto, giunga a tutti i miei figli sparsi in tutto il mondo. Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
venerdì 16 ottobre 1998 alle ore 21.15
durante la veglia di preghiera in occasione del Ventesimo Anniversario
dell'elezione di Giovanni Paolo II al Soglio Pontificio
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, figli diletti, sono in preghiera in mezzo a voi. Sono stata, sono rimasta in preghiera con quei fratelli che si sono uniti con voi in preghiera e sono molti, moltissimi, neppure ve lo immaginate, in questi momenti! Molti miei figli hanno pregato il Santo Rosario per il mio Innamorato, per il Papa. Io giungo a ringraziarvi, giungo a ringraziarvi e a chiedere di non pregare solamente quest'oggi per Lui, ma di pregare ogni giorno per il Vicario di Cristo perché, finché questo Papa sarà in vita, voi sarete sotto la protezione di Dio. Figli amati, io ho desiderato questo grande Papa, guida della Chiesa di Gesù. Lui, il mio Innamorato, è sempre stato da me protetto, consigliato; Lui un grande figlio di Dio che ha aperto gli occhi a centinaia di vostri fratelli, che ha portato la pace ovunque nel mondo e continuerà, finché Dio lo permetterà. Figli amati, benedico voi qui riuniti in preghiera, benedico le centinaia di anime che sono unite con voi in preghiera, i religiosi, le religiose, i sacerdoti, i miei strumenti, tanti fratelli vostri e figli miei; benedico in modo del tutto particolare il Papa e la benedizione scenda su tutti in nome della Trinità Santissima; ed è quindi in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli cari assieme a Gesù vogliamo dire col cuore: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Vi accarezzo tutti figli, vi impongo le mani, vi bacio.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
lunedì 26 ottobre 1998 alle ore 20.55
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, figli diletti, nuovamente in questo luogo per chiedervi di essere preghiera. Figli amati, portate ovunque nel mondo la preghiera. Preghiera, figli, diventi il lavoro, lo studio, l'accudire i bimbi, l'accudire agli anziani, preghiera diventi ogni attimo della vostra vita. Figli amati portate la preghiera ed in particolare il Santo Rosario nelle vostre famiglie, tornate alle origini, siate preghiera. Ve lo chiedo, diletti figli, perché sono Madre di Dio, ve lo chiedo perché sono Mamma, ve lo chiedo perché sono Mamma dell'Amore; ed è per questo che vengo costì, per invitarvi ad essere e a vivere l'amore. Figli amati vi benedico, vi benedico ad uno ad uno, partendo dal Vicario di Cristo, il Papa, il mio Innamorato e poi i Vescovi, i Sacerdoti, i missionari, le missionarie, benedico i medici, gli infermieri, benedico i carcerati, gli ex-carcerati, benedico gli ammalati, gli ammalati di aids, i lebbrosi... Benedico tutti e benedico voi qui riuniti in nome della Trinità Santissima; ed è quindi in nome di Dio che è Padre, il Datore della vita, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, il Redentore, il Salvatore, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen... Figli amati, grazie perché siete convenuti costì per pregare, continuate ad essere preghiera, Io sono in mezzo a voi. Ma prima di salutarci vogliamo dire a Gesù, sì figlioli, ripetetelo assieme a me col cuore... Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!... E andando alle vostre case, entrando nelle vostre abitazioni dite: "ENTRA O GESU', ENTRA O RE DELLA STORIA, ENTRA O RE DEL MONDO, PORTA LA PACE, L'AMORE, LA SERENITA' IN QUESTO CENACOLO, IN QUESTA FAMIGLIA"...
Vi bacio tutti figlioli, vi impongo le mani, una carezza ai bimbi.
Ciao, figli miei.

NOVEMBRE
Messaggio della Mamma dell’Amore
domenica 8 novembre 1998 alle ore 18.05
durante l’incontro della seconda domenica del mese
nel cenacolo di Ospitaletto (Brescia)

Figli diletti, ecco, giungo per ringraziarvi delle vostre preghiere, giungo a ringraziarvi della vostra penitenza, dei vostri sacrifici. Figli amati vi attendo tutti in cielo, dopo questo pellegrinaggio terreno Io vi porterò davanti al trono dell'Altissimo e allora figli guardate, guardate il cielo, perché Cristo Gesù ha distrutto la morte ed ha preparato a ciascuno di voi un posto. Figli amati, ecco, portate ovunque nel mondo il mio saluto, il mio richiamo, portate ovunque nel mondo la preghiera...Figli vi benedico, vi benedico ad uno ad uno e la mia benedizione è in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen. Figli per salutarci vogliamo dire a Gesù col cuore: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù... Vi impongo le mani, vi impongo le mani a tutti figli, vi accarezzo, vi stringo stretti stretti sotto il mio manto. Figli amati, Io sono sempre con voi...
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
lunedì 16 novembre 1998 alle ore 23.40
ricevuto in locuzione dal suo strumento Marco

Figlioli miei cari, pregate, pregate, pregate... non cessate di pregare; pregate durante le prove, pregate per le conversioni, pregate con i vostri fratelli in comunità e soprattutto pregate per disarmare gli sforzi di satana. Pregate per il Papa figli, pregate per la Santa Chiesa di Dio; l'azione di satana si infiltrerà anche nella Chiesa... Pregare, pregate, pregate... Figlioli miei cari, sono venuta e vengo per il vostro bene, vengo per preparare la strada a Mio figlio Gesù. E' rimasto poco tempo e voi siete distratti nei pensieri, siete distratti nei beni di questo mondo. Figli prego senza cessare per i miei figli che soffrono, ma se loro non accettano i miei messaggi come potrò salvarli...
Il mondo corre verso la sua rovina, satana impiega tutti i suoi mezzi per distruggerlo; ma infine se voi mi aiuterete il Mio Cuore Immacolato trionferà. Vi benedico figli, vi impongo le mani e vi bacio.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
giovedì 26 novembre 1998 alle ore 21.05
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, nuovamente giungo in questo luogo per richiamarvi alla preghiera. Ma figli cari, questa sera vi desidero invitare a prepararvi alla venuta di Gesù. Si figli alla sua venuta nel Santo Natale, nella sua nascita, prepararvi con la preghiera, con i sacrifici e con il digiuno. Ma figli amati in ogni parte del mondo io corro per invitare i miei figli a prepararsi alla venuta, al Ritorno di Cristo Gesù Dio. Figli amati i tempi sono maturi, che la Chiesa Santa di Dio comprenda che questi sono i tempi della grazia. Dio manda nuovamente sulla terra Maria, Me, la vostra Mamma, per portarvi tutti a Lui ed è per questo che vi dico che, presto, Gesù sarà tra voi. Ma figli amati, molti intendono un presto-biblico, lontano nel tempo; altri un presto-domani, si proprio domani... ma il presto che vi dico Io figli, il presto che vi dice la Mamma è nell'ordine di pochi, pochissimi mesi e tutto si avvererà.
Chi avrà creduto, chi avrà avuto fede accoglierà Gesù Dio, chi avrà ostacolato "mea culpa" dovrà dire. Ma figli amati a voi il compito di essere preghiera, pregate figli, pregate, pregate...
Vi benedico figli amati, vi benedico tutti, ad uno ad uno, partendo dai bimbi, dai piccini, e poi i genitori; benedico poi gli anziani, i sofferenti, gli ammalati; benedico le mamme, quelle mamme che hanno nel proprio grembo una creatura, e desidero benedire la missionaria e la creatura che è in lei e benedire tutti i bimbi del mondo. Figli amati quanti bimbi, quanti miei figli ogni giorno non hanno da mangiare, non hanno da bere, sono nudi...
Figli pensate un po' anche a loro! Pensate anche ai vostri fratelli che non hanno nulla. E benedico le immagini fotografiche coloro che sono raffigurati in queste immagini, benedico gli oggetti religiosi, le vostre corone, benedico tutto ciò che desiderate io abbia a benedire qui, in questo luogo, e ciò che desiderate io abbia a benedire nelle vostre case. E la mia benedizione è invocata per voi e per tutti ed è in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen.
Figli vogliamo dire insieme il nostro amore a Gesù eh! e allora tutti insieme figlioli col cuore, ma col cuore figli, diciamo... Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù! Salva il mondo Gesù!
Vi accarezzo tutti figlioli, vi impongo le mani... preparatevi alla venuta di Gesù.
Ciao, figli miei.

DICEMBRE
Messaggio della Mamma dell’Amore
sabato 5 dicembre 1998 alle ore 21.30
durante l’incontro di preghiera a Provaglio d’Iseo (Brescia)

Figlioli miei cari, figli diletti, grazie delle vostre preghiere, ho pregato con voi. Figli amati, giungo in questo luogo in questo cenacolo per benedirvi e per dirvi che Io sono sempre in preghiera in mezzo a voi, Io sono sempre in preghiera con tutti i miei figli. Figli amati, fra pochi giorni festeggerete insieme alla Chiesa Santa di Dio, la grande solennità, il grande ricordo della mia Immacolata Concezione, una grande solennità che non deve passare inosservata.
Figli, Gesù Dio mi ha desiderata grande, ma voi ricordate che io sono sempre la serva, io, la serva, corro ovunque nel mondo per richiamare tutti i miei figli, Io sono serva mandata da Dio... Figli, preparatevi insieme a tutti i vostri fratelli a festeggiare questi momenti; figli consacratevi, consacrate il vostro cuore al Mio Cuore Immacolato e al Cuore Divino di Gesù, in particolare al Suo Cuore Divino, al Suo Cuore che vi ama, che vi ama come se foste l'universo. Figli, ognuno di voi è amato da Gesù, ognuno di voi è nel Cuore di Gesù. Figli cari, preparatevi a questa grande festa e preparatevi anche a festeggiare il Santo Natale. Figlioli non preparate solamente ciò che è attorno a voi, preparate il vostro cuore, preparatelo caldo, una culla calda per accogliere Gesù che io deporrò nel vostro cuore. Ecco, a te, figlia cara, dico che i tuoi dolori e le tue sofferenze sono per la remissione, per la riparazione. Benedico i tuoi arti ammalati, ti ringrazio della tua testimonianza, del tuo apostolato, porta il mio sorriso ovunque, figlia portalo ovunque nel mondo, e cosi a ciascuno di voi. Figli, portate ovunque il mio sorriso, portate ovunque il mio richiamo. Vi benedico, vi benedico tutti figli, figli siete tutti nel mio ricordo siete tutti nel mio cuore; vi faccia felice questo, siete tutti sotto il mio manto e vi benedico, vi benedico in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen.
Benedico questa sera tutti gli ammalati, i bisognosi, benedico tutto ciò che desiderate Io abbia a benedire, ecco allora a Gesù col cuore vogliamo dire insieme...
Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!!!
Figli vi abbraccio, vi bacio, vi impongo le mani.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
domenica 13 dicembre 1998 alle ore 17.35
durante l’incontro della seconda domenica del mese
nel cenacolo di Ospitaletto (Brescia)

Figlioli miei cari ho pregato insieme a voi, con voi prego figli, con voi pregherò sempre. Figli amati giungo in questo cenacolo, in questa oasi di preghiera, per chiedervi nuovamente di essere preghiera, di fare della vostra vita una vita di preghiera. Figli amati, ecco, vi state preparando alla grande festa, al grande ricordo della nascita di Gesù Dio. Figli amati, ecco non preparate solamente tutto ciò che vi circonda, le vostre case ben addobbate, bene accoglienti, i vostri deschi traboccanti, i vostri abiti belli e caldi, figli, non dovete preparare solamente queste cose, dovete preparare soprattutto, innanzitutto, il vostro cuore: preparatelo caldo per accogliere il Re. Vedete, quella umile grotta è diventata la Sua culla, la Sua casa, Io e Giuseppe non siamo riusciti a trovare posto, ma Gesù Dio è nato nell'umiltà, nella semplicità di quella grotta e allora siate così anche voi figli: semplici e umili.
Figli preparatevi, preparatevi con la preghiera, con i sacrifici, con il digiuno, alla nascita di Gesù Dio, preparatevi alla sua venuta, alla sua venuta nel mondo in questo modo: preghiera, penitenza e sacrifici. E voi mi dite: "Ma Mamma, quante volte ci hai detto questo!" Ma figli cari ascoltatemi, ascoltatemi figli! Io vi desidero portare tutti a Gesù, Io vi desidero tutti salvi figli, ma il mondo, il nuovo paganesimo, non desidera, non vuole comprendere questi ultimi avvertimenti e allora impegnatevi voi figli, impegnatevi tutti; a coloro che hanno il compito di diffondere il mio messaggio, i miei messaggi a tutti i vostri fratelli, si impegnino, si impegnino di più, si impegnino e voi aiutateli, dovete crescere in questa grande famiglia, in questo grande cenacolo, crescere e pregare, pregare tanto figli!!! Ecco allora che vi desidero benedire tutti, desidero iniziare dal Vicario di Cristo e poi i Vescovi, i sacerdoti, i ministri di Dio.
Desidero benedire i sofferenti, gli ammalati, desidero benedire quei vostri fratelli che non hanno una casa, non hanno un tetto, non hanno da che mangiare, non hanno da che vestire. Desidero benedire tutti, tutti figlioli, e insieme al ministro di Dio, qui presente, vi benedico in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù, fratello vostro, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen.
Figlioli, a Gesù, al nostro Gesù, al nostro Dio, vogliamo dire il nostro amore; e allora figli diciamolo insieme, insieme col cuore figli:
Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!!!
E andando alle vostre case, entrando nelle vostre abitazioni, dite: Entra o Gesù, rimani o Gesù, porta la pace che c'era in quella grotta Gesù, porta la serenità, la tranquillità, la fede in questa famiglia. Figli, vi impongo le mani, vi accarezzo e vi invito a prepararvi, da veri figli di Dio, al Santo Natale. Vi bacio tutti.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
sabato 26 dicembre 1998 alle ore 20.45
nel piazzale davanti alla Chiesa dei Tengattini in Paratico (Brescia)

Figlioli miei cari, ecco: Gesù è nato! Ho deposto il Bambinello Gesù nei vostri cuori, nei cuori di tutti i miei figli e Gesù nel vostro cuore nasce, cresce, cammina con voi, respira con voi, guarda il mondo con voi, prega con voi e morirà con voi per poi risorgere. Figli amati, in quella grotta molti anni fa, nel vostro tempo, Dio ha permesso il miracolo dei miracoli, la cosa più grande che poteva donarci: il Suo Figlio Diletto. Io sono stata la prima ad adorarlo, dopo di me Giuseppe e poi i pastori, i magi…e Gesù cresceva e gli si avvicinavano gli apostoli, i suoi discepoli e tanti miei figli; e Gesù camminava, cammina anche oggi figli per le strade del mondo e presto sarà in mezzo a voi.
Figli amati ascoltate il richiamo della vostra Mamma, ascoltate le sue ultime parole: convertitevi, convertitevi e pregate, e nuovamente vi invito ad essere preghiera, a pregare di più figli, a pregare veramente col cuore; e ai ministri di Dio chiedo di essere apostoli e testimoni della preghiera: portare ovunque la preghiera nel mondo, ovunque, ovunque.
Figli amati, ecco che questa sera ho tra le mie braccia il Bambinello Gesù, è Gesù, è Gesù Dio figli, è Lui il vostro Re, è Lui il Re della Storia, è Lui il Re del Mondo: non ‘seguite’ il mondo figli! Voi non seguitelo, andate contro corrente ed infine abbraccerete Gesù. Il mondo si sta allontanando da Dio, molti miei figli anche uomini di chiesa questo non l’hanno compreso, ma sono giunti i tempi di essere preghiera. Ecco figli che vi benedico, benedico voi qui radunati, benedico tutti i vostri fratelli, raggiungo tutti coloro che in questo momento sono uniti con voi in preghiera e li benedico in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, Gesù fratello vostro, il Bimbo Gesù, in nome di Dio che è Spirito d’Amore. Insieme figli, col cuore, insieme al ministro di Dio, diciamo a Gesù: Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù! Vi bacio tutti figlioli e, andando alle vostre case, portate la pace di Beethlem nelle vostre famiglie, nei posti di lavoro, ovunque figli portate la pace.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
giovedì 31 dicembre 1998 alle ore 13.45
ricevuto in locuzione dal suo strumento Marco

Figlioli miei cari, figli amati e diletti, la pace del Re della pace dimori in voi, nelle vostre famiglie e nel mondo intero. Figli amati, giungo in queste vallate benedette per richiamarvi a tornare a Dio, a tornare al Vangelo, a tornare alla preghiera...
Molti figli miei non hanno capito che la Mamma, mandata da Dio, sceglie il modo e la maniera che desidera per trascinare tutti a Lui. Molti miei figli non mi accettano, non mi vogliono riconoscere e deviano i disegni di Dio; Dio non guarderà le loro lacrime, sarà troppo tardi per voi cercare la salvezza.
Dio, nella sua Bontà, invia la Sua serva, Io figli, per richiamarvi a tornare a Lui ora che siete ancora in tempo; Dio, nella Sua Grandezza, è sempre pronto a perdonarvi e a donarvi serenità e gioia...
Figli, giungo quest'oggi per concludere con voi questo anno e per benedire il nuovo anno che sarà carico di avvenimenti significativi per voi e per tutti i miei figli sparsi in tutto il mondo.
La Chiesa Santa di Dio dovrà soffrire, il Papa soffrirà molto, le false dottrine sembreranno trionfare e prendere il posto della Verità. Molti figli miei rinnegheranno la fede in Cristo Gesù, il mondo sarà confuso, pochi riusciranno a comprendere il bene e la verità, chi avrà avuto fede sarà da Me protetto fino alla fine. Figli, il mondo non vuole più accettare il vero Dio. Altri, i falsi idoli, hanno preso il posto di Dio, ma questi saranno i tempi in cui Dio invierà i suoi Santi e i suoi Angeli per sconfiggere le forze del male.
Dio, nella sua Bontà, vi darà un segno grande, dopo questo, Gesù sarà con Voi.
Voi, protetti e consigliati da me, camminerete incontro a Gesù.
Figli, sollevo i vostri cuori, li riempio di gioia, cancello un po' di sofferenza e vi dono la serenità. Vi benedico tutti in nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen.
Ciao, figli miei.

Messaggio della Mamma dell’Amore
sabato 31 dicembre 1998 alle ore 23.45
durante la veglia di preghiera nell’abitazione di Marco

(La Mamma dell'Amore si è presentata al suo strumento Marco con Gesù Bambino tra le braccia. Al termine del messaggio lo ha deposto nelle sue braccia per alcuni secondi)

...Ecco, amati figli, davanti a Lui, davanti a Dio presto si inchineranno i capi delle Nazioni, i politici del Mondo, davanti a Lui si prostreranno interi popoli, intere Nazioni perché Lui è Dio: questo Bimbo, Gesù, è il vostro Dio, l'unico Grande Dio, Gesù! Ecco, amati figli, il 26, il 26 del mese di gennaio Io giungerò attorno alle ore 17 a portare il mio saluto e desidero trovarvi in preghiera.
Figli, mi sto ritirando nell'ombra, sto lasciando il posto a Gesù. Non temete Io vi sto accanto, Io vi accompagno anche se molte volte non capite l'importanza di avere accanto a voi la Mamma o di avere accanto a voi un vostro fratello che, in alcuni momenti, diventa un "portaparola" del cielo, come in questo momento.
Ecco figli che insieme vogliamo dire a Gesù:
Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù, ti amo! Gesù!!
Figli è Gesù, è Gesù che vi benedice e la sua benedizione è invocata dalla Trinità ed è quindi in nome di Dio che è Padre, in nome Mio, in nome di Dio che è Spirito d'Amore. Amen.
Figli, la pace di Beethlem entri nei vostri cuori.
Buon anno figlioli, Buon anno a voi qui, buon anno a tutti i miei figli sparsi in tutto il mondo. "Preparatevi con le fiaccole accese!" Non importa se ho già ripetuto questa frase in altro luogo, tramite altri strumenti, ma se sono la Mamma, sono Mamma qui, come sono Mamma in tanti altri posti.
Tante volte i miei figlioli non comprendono, non comprendono tutto questo.
"Preparatevi con le fiaccole in mano e la Corona del Santo Rosario e andate incontro a Gesù."
Vi bacio. Ciao, figli miei.