ULTIME NOTIZIE     ARTICOLI  

Quando tornerà Gesù?

 Questa domanda risuona nel mondo da sempre. Persino i primi cristiani, come testimoniano le Sacre Scritture, aspettavano la seconda venuta nel primo secolo. Poi così invece non è avvenuto.
Guerre e terremoti hanno dilaniato la terra soprattutto negli ultimi secoli. Tutto avrebbe fatto pensare per esempio all’inizio e alla fine della seconda guerra mondiale che il tempo era prossimo, ma il mondo ha continuato ad esistere come prima e peggio di prima.
Allora molti teologi si sono rassegnati a fare previsioni e la Chiesa si è sempre più chiusa in un comprensibile atteggiamento di prudenza. Poi c’è da dire che negli ultimi due secoli sono sorti movimenti che hanno fissato date precise che non si sono puntualmente avverate e la Chiesa di fronte a ciò è diventata sempre più prudente tanto che il ritorno di Gesù per molti sacerdoti e teologi è un argomento che viene trascurato, snobbato e ritenuto secondario, visto a volte con fastidio. Nella convinzione che il cristianesimo sia una cosa da vivere, qui ed ora, senza tante previsioni.

Tutto perfettamente comprensibile finché ad un certo punto della storia la presenza di carismatici cattolici cioè di veggenti, persone che hanno rivelazioni private da Gesù e dalla Madonna, si è iniziata a moltiplicare. Da tutto il mondo ormai negli ultimi venti anni non si contano più le persone attendibili (cioè sane di mente, in grazia di Dio e assistite da serie guide spirituali accreditate)
che affermano ci troviamo ormai ad una svolta della storia dell’umanità. E non solo quasi tutte concordano nel confermare una ipotesi dottrinaria trascurata dalla maggior parte dei teologi ma mai smentita ufficialmente dalla Chiesa per secoli, secondo la quale siamo vicini ad una venuta intermedia sulla terra di nostro Signore Gesù.
Il che equivale a dire che tra la prima venuta e la seconda, il giudizio universale, manca ancora molto tempo, ma il Signore si preparerebbe ad un imminente e clamoroso ingresso diretto nella storia per ripristinare il paradiso sulla terra dopo un periodo di necessaria tribolazione ed un susseguirsi di eventi lieti e meno lieti così repentini che mai la storia abbia veduto.
Un messaggio di speranza, un progetto al quale l’uomo di oggi è chiamato a collaborare più che mai fondamentalmente con l’applicazione del Vangelo nella sua vita. La Chiesa è stata interpellata ed ufficialmente non conferma né smentisce ma a quanto ci pare di capire sarà l’evidenza degli eventi prossimi e futuri a far cambiare idea alla Chiesa e a tutti gli uomini di buona volontà.
Si ringrazia Luigi

“Scrivi questo: prima di venire come Giudice giusto, vengo come Re di Misericordia. Prima che giunga il giorno della giustizia, sarà dato agli uomini questo segno in cielo: si spegnerà ogni luce in cielo e ci sarà una grande oscurità su tutta la terra. Allora apparirà in cielo il segno della Croce e dai fori, dove furono inchiodati i piedi e le mani del Salvatore, usciranno grandi luci che per qualche tempo illumineranno la terra. Ciò avverrà poco tempo prima dell’ultimo giorno”. Tratto dal DIARIO di Santa Faustina Kowalska (Quaderno I, pag. 44)

Gesù sarà tra noi? Sì!

Nel messaggio del 26 novembre 1998 Maria è stata molto chiara e precisa a riguardo a questo tema:
"In ogni parte del mondo Io corro per invitare i miei figli alla conversione... sì, a prepararsi alla venuta, al Ritorno di Cristo Gesù Dio."
La Vergine poi continua dicendo:
"…Presto, Gesù sarà tra voi. Ma figli amati, molti intendono un presto biblico, lontano nel tempo; altri un presto domani, sì, proprio domani… Ma il presto che vi dico Io, figli, il presto che vi dice la vostra Mamma è nell’ordine di pochi, pochissimi mesi e tutto si avvererà…".
Fratelli, pochissimi mesi, davanti all'eternità quanti saranno? Sicuramente solo Dio sà quando!
Siamo convinti, che prima di questo ritorno intermedio di Gesù Dio, il mondo sarà sottoposto a segni particolari. Nei suoi messaggi la Mamma dell’Amore ci ha parlato più volte del buio, dei tre giorni di buio che copriranno la terra.
"Figli amati, il buio che coprirà la terra sarà un segno di Dio, ma figli amati non attendete questo segno, impegnatevi ora, subito, impegnatevi con la preghiera"
(messaggio del 26/11/1997- Paratico).

Non solamente a noi la Mamma ha parlato di questi avvenimenti, ma in ogni luogo dove lei sta apparendo in questi ultimi tempi, l’avvertimento è chiaro: presto Gesù sarà tra noi!!!
Noi vogliamo riportare alcune frasi tratte da fonti attendibili…
"Non siate spaventati per i tre giorni di buio che verranno sulla terra. Coloro che vivono i miei messaggi e che hanno una vita interiore di preghiera saranno avvisati da una voce interiore, una settimana o tre giorni prima che questi arrivino. Chiudete le porte e le finestre e non date retta se qualcuno chiamasse dall’esterno. Infatti, la più grande tentazione consisterà in questo, poiché i demoni imiteranno le voci di coloro che amiamo. Dopo i tre giorni di tenebre, sarà come la primavera, tutto sarà verde e pulito. La miglior cosa sarà il modo di vivere delle persone. Non lavoreranno più per vivere, ma per la carità, ognuno aiuterà l’altro"
"La notte sarà molto fredda, sorgerà un vento freddo, si faranno sentire tuoni. Chiudete tutte le porte e le finestre. Per lo spazio di tre giorni e tre notti Dio mostrerà la sua potenza"…
(estratto dal testamento di Padre Pio - fatto distribuire dai sacerdoti Francescani già dal Natale 1990).

"Figli tenete nelle vostre case un cero benedetto e con esso alcuni fiammiferi, chi avrà fede accenderà il cero e il cero darà luce a quella casa. Se nelle vostre famiglie nessuno crede in questo segno, voi sarete per loro luce in durante questi giorni di tenebra. Figli amati rimanete uniti nella vostra casa e insieme pregate"…(estratto dal libro "Le apparizioni delle Mamma dell’Amore", cap 7).
La Mamma dell’Amore ci ha sempre detto: "sarà un segno di Dio, chi ha fede nulla deve temere".

Dopo aver parlato con Marco, lui ci assicura:
"Carissimi, tra i segreti che la Mamma dell’Amore mi ha dato, mi ha parlato anche di questi avvenimenti, dei tre giorni di buio e dell’acqua purificatrice. Conosco il periodo entro il quale tutto sarà avvenuto. Durante l’estasi del giorno 14 febbraio 1999 ho fatto una domanda alla Mamma e la sua risposta è stata: "i bimbi e i piccini dormiranno per tutta la durata dei giorni e delle prove"…
Poi mi ha promesso: "Io ti avvertirò 26 ore prima che tutto abbia inizio e tu avvertirai i tuoi fratelli"… Infatti avvertirò: il Vescovo della Diocesi, famigliari ed amici dell'Opera.
Non dobbiamo temere, prepariamoci con la preghiera, penitenza e sacrifici ai grandi segni che Dio ci darà. Ricordiamoci fratelli che "questa non sarà la fine, ma l’inizio del regno dello Spirito d’Amore ove tutti vivranno in pace e nessuno cercherà di sottomettere l’altro" (messaggio del 26 marzo 1998 al suo strumento Marco).
Era doveroso per noi, anche in questo sito, dare spazio a questo argomento, ringraziamo il fratello Marco per aver collaborato nella stesura di questa pagina molto importante per tutti.

PAROLE DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II

- "Non possiamo presentarci davanti a Cristo, Signore della storia, così divisi come ci siamo purtroppo ritrovati nel corso del secondo millennio." (Avvenire, 14.06.1994)
- "L’umanità che si appresta ad entrare nel terzo millennio trova nell’Immacolata il modello dell’attesa e della speranza. Ella ci insegna a rifuggire dal fatalismo e dalla passiva rassegnazione, come pure da ogni tentazione millenarista. Ci insegna a guardare al futuro sapendo che Dio viene verso di noi: noi siamo chiamati a prepararci a questo incontro nella preghiera e nell’attesa vigilante". (Dal discorso in S.Pietro in occasione della festa dell’Immacolata - 08.12.1997).
-
"Questo profondo rinnovamento personale e comunitario atteso nella "pienezza dei tempi" e realizzato dallo Spirito Santo coinvolgerà, in qualche misura, tutto il cosmo…. La creazione, vivificata dalla presenza dello Spirito creatore, è chiamata a divenire dimora della pace per l’intera famiglia umana". (Dalla catechesi durante l’udienza generale del mercoledì 19.08.1998).