ARTICOLI di giornale ------ GESU' FRA DI NOI meditazione

La voce e la posizione della Chiesa.

La CURIA di BRESCIA
autorizza la preghiera nella Chiesa.

COMUNICATO di APRILE 2014:

Nella mattinata di martedì 15 aprile Sua Eccellenza Rev.ma Monsignor LUCIANO MONARI (Vescovo di Brescia) ha ricevuto per la prima volta in udienza privata presso la Curia Diocesana di Brescia, il fondatore dei progetti Oasi Mamma dell’Amore nel Mondo il signor Marco Ferrari.
Un lungo, sereno e cordiale colloquio, durato circa un’ora, ha permesso al Fondatore di Oasi di presentare i progetti fondati in Italia e all’estero. Durante l’udienza Marco ha presentato anche alcune situazioni (le più difficili) che si stanno sostenendo con il progetto Oasi-Servizi-Italia nato proprio per aiutare le famiglie colpite dalla crisi. Il Fondatore ha fatto dono al Vescovo di un semplice crocefisso che è stato realizzato da un “papà disoccupato” che, piuttosto di cedere alla crisi e alla disperazione, si è “inventato” alcuni lavoretti per poter dare da mangiare alla sua famiglia.
In questa occasione si è toccato anche il discorso di eventuali passi dell’Associazione per un eventuale riconoscimento canonico. Per il momento il Vescovo ha espresso compiacimento per la realizzazione di Ospedali in zone poverissime dell’Africa e dell’India, ha incoraggiato a proseguire il duro lavoro in terra di missione e ha invitato a proseguire gli sforzi intrapresi per aiutare molte famiglie in difficoltà spesse volte in collaborazione con le istituzioni o le caritas parrocchiali della zona.
Questo incontro, a differenza dei brevissimi incontri di saluto (non ufficiali) nel 2008-2009-2011, ha permesso di presentare il “carisma e la spiritualità” dell’Associazione OASI direttamente al Pastore della Chiesa bresciano. Al termine dell’udienza il Vescovo ha incoraggiato a proseguire nel sostegno ai più poveri ed ha benedetto le varie attività benefiche che si stanno svolgendo a Paratico e non solo. Lo scambio degli auguri pasquali ha concluso l’udienza. Nota della Segreteria di OASI

COMUNICATO di MAGGIO 1999:

Il 26 maggio 1999 la Mamma dell'Amore, durante il suo messaggio a Paratico, annunciava che quello sarebbe stato l’ultimo messaggio donato in quel luogo (piazzale della Chiesa dei Tengattini). Dopo anni di difficoltà, di impegno, di nascondimento, di preghiera e di messaggi, la Vergine continua a parlarci in altri luoghi, ma non più nel primo luogo scelto a Paratico. In seguito a colloqui e ad incontri con la Curia di Brescia, il 26 luglio, Marco ci ha comunicato che, probabilmente, ogni 26 ci avrebbero accolto in una Chiesa della diocesi bresciana per la preghiera.
Il "probabilmente" usato da Marco, è diventato realtà in data 17 agosto 1999. In una lettera inviata al parroco e per conoscenza a Marco, il rev. Mons. Lucio Cuneo, delegato Vescovile per gli incarichi particolari e Presidente della commissione conoscitiva, incaricato dal Vescovo per studiare e seguire le apparizioni, cosi si esprime:
"…sarei a chiederti di accogliere, ad experimentum, in una Chiesa di Clusane, il gruppo di preghiera animato da Marco. Il loro appuntamento è il 26 sera di ogni mese. La loro preghiera deve essere secondo le consuetudini della Chiesa e in concreto nei modi delle nostre parrocchie e secondo spirito e verità. Ringrazio e porgo auguri di ogni bene…"
La Chiesa di Brescia si dimostra aperta e disponibile e concede la possibilità di pregare in una Chiesa Parrocchiale. Pertanto il nostro programma è stato fino al 2005 il seguente:
* Il 26 del mese alle ore 20 ritrovo a Paratico per una breve preghiera e alle 20.30 incontro di preghiera a Clusane d'Iseo (nella Chiesa parrocchiale di Cristo Re).

PROGRAMMA ATTUALE:

* Ogni QUARTA DOMENICA del mese alle ore 14 a PARATICO (presso l'Oasi d'accoglienza Mamma dell'Amore - via Gorizia 30) momenti di preghiera e alle 15 processione verso la collina delle apparizioni. Alle ore 16.30 testimonianza e saluto di Marco ai convenuti.
È garantita la presenza del signor Marco.

La Chiesa di Brescia è giunta a questa conclusione dopo aver constatato che il fratello Marco, come ha detto e dimostrato, è in piena sintonia con la Chiesa e i Pastori di essa. Ora gli incontri nella Chiesa di Clusane non vi sono più dopo la morte di don Pierino Ferrari. Pertanto continuano quelli della QUARTA DOMENICA sulla Collina delle Apparizioni di PARATICO.
Alcune fotografie...

Marco in preghiera
durante il primo incontro nella Chiesa di Clusane

Durante la preghiera, la Mamma benedice i suoi figli

Un momento durante la preghiera

La CURIA di BERGAMO
nessun divieto per gli incontri

Visita la pagina qui sotto allegata, il giornalista cita la dichiarazione ufficiale
http://www.parrocchie.it/correggio/ascensione/vergine_appare_paratico.htm

IMPORTANTE COMUNICATO:

Carissimi, il 31 ottobre 2007 c’è stato l’incontro con Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Lino Bortolo Belotti Vescovo Ausiliare di Bergamo, diocesi nella quale fa parte Paratico (ricordiamo che Paratico è in diocesi di Bergamo ma provincia di Brescia), il quale ci ha incontrati anche per conto del Vescovo diocesano Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Roberto Amadei. È nostro desiderio rendere pubblico quanto segue:
Dalle Sue parole possiamo affermare che Sua Eccellenza Monsignor Vescovo, apprezza l’impegno missionario e spirituale del nostro Movimento Mariano.
Sua Eccellenza, invitando all’obbedienza, chiede che non sia celebrata la Santa Messa nella cappella privata nel centro "Oasi Mamma dell’Amore" di via Gorizia. Il nostro atteggiamento è sempre stato quello dell’obbedienza e quindi ci impegniamo in questo. Ricordiamo che è permesso ai Reverendi Sacerdoti e/o ai Reverendi Padri Missionari di giungere a Paratico presso l’Oasi Mamma dell’Amore e nei luoghi legati alle Apparizioni della Mamma dell’Amore per pregare assieme ai fedeli presenti.
Il Vescovo ha promesso personalmente a Marco e al Consiglio dell’Associazione che avrebbe parlato personalmente con il Parroco di Paratico, consigliandolo e autorizzandolo ad accogliere fraternamente i Reverendi Sacerdoti e Missionari ospiti del nostro Movimento, per celebrare la Santa Messa nella Chiesa Parrocchiale "Santa Maria Assunta" di Paratico.
Il Vescovo ha lasciato la facoltà ai Sacerdoti, invitandoli a seguire le regole del diritto canonico, di confessare i fedeli che ne fanno esplicita richiesta.
Sulle rivelazioni private a Marco, Sua Eccellenza Monsignor Vescovo non si pronuncia. Comunque non sono vietati i pellegrinaggi, né privati né organizzati da fedeli laici, Parroci o Religiosi/e all’Oasi di Paratico per pregare e venerare la Vergine Santissima.

In conclusione, invitiamo tutti a continuare a pregare ed aiutarci, come ormai avviene da 13 anni, visto che c’è ancora tanto bisogno sia di impegno spirituale che caritatevole. Noi tutti speriamo che Sua Eccellenza Monsignor Vescovo, un giorno molto vicino, autorizzi la Celebrazione della Santa Messa nel cenacolo di preghiera dell’Oasi di via Gorizia.
La redazione invita tutti coloro che hanno ricevuto grazie, conversioni e benefici per intercessione della Mamma dell’Amore a scrivere presso la nostra sede e per conoscenza al Vescovo affinché sia conosciuta la grandezza dell’Opera della Vergine Santissima.
 

COMUNICATO di DICEMBRE 2010:

A seguito della nota apparsa nel mese di novembre 2010 sulla “Rivista della Diocesi di Brescia”, che richiama quella di gennaio 2010 pubblicata nella “Rivista della Diocesi di Bergamo”, che dice testualmente: A seguito di una nota ufficiale della Cancelleria di Bergamo in riferimento ad alcune affermazioni del Sig. Marco Ferrari della parrocchia S. Maria Assunta in Paratico e residente a Coccaglio (BS), anche la Diocesi di Brescia dichiara di non attribuire a dette affermazioni alcun riconoscimento canonico”,  noi desideriamo specificare quanto segue.
La frase usata “alcune affermazioni di Marco” che le Curie non specificano espressamente, sono quelle note e che tutti conosciamo. Marco - infatti - dichiara di vedere la Madonna dal 26 marzo 1994. Non comprendiamo come mai dal lontano 1994 solo oggi, dopo oltre 15 anni, appaiano queste note nelle riviste delle Diocesi. Forse perché - dobbiamo fare questa supposizione - il movimento mariano e le apparizioni di Paratico si sono diffuse in tutto il mondo e qualcuno vorrebbe ridimensionarle? Forse perché i progetti “Oasi Mamma dell’Amore”, frutto dell'ispirazione evangelica, stanno facendo troppo bene ai più poveri tra i poveri?

Con la presente nota anche le Associazioni, di cui Marco è fondatore ed ispiratore, esprimono il loro pensiero.

In data 18 novembre 2010 Marco, in qualità di responsabile delle Associazioni, è stato ricevuto in Segreteria di Stato Vaticano per un colloquio con l'Assessore Mons. Wells. Durante questo incontro ha potuto esprimere i propri dubbi su alcune lettere inviate dalla Curia di Bergamo (vogliamo specificare dalla Curia e non dal Vescovo) alla Santa Sede e dalla Santa Sede ad alcune Nunziature Apostoliche all'estero (dove opera l'Associazione). In questa occasione, che non sarà l'unica, ha potuto esprimere i danni che certe posizioni fanno nei confronti dei poveri aiutati nei vari progetti dell'Oasi in Italia e all'estero.
Marco, chi lo conosce lo assicura, è una persona onesta, semplice e molto generosa. A nome dei Consigli Direttivi si dichiara che le l’ASSOCIAZIONE L’OPERA MAMMA DELL’AMORE è una Associazione di Volontariato (fondata con regolare atto statutario notarile nel 1997) mentre l’ASSOCIAZIONE OASI MAMMA DELL'AMORE è una Organizzazione Non Lucrativa ad Utilità Sociale (una ONLUS) (fondata nel 2002 sempre con regolare atto notarile) e con riconoscimento giuridico. Le Associazioni operano in Italia e all’estero nel rispetto delle leggi che argomentano detta tipologia di Associazioni.
Inoltre, nonostante le Associazioni collaborino e lavorino con numerose Diocesi in Italia e all’Estero (Cameroun, Gabon, Ruanda, India ed altre ancora...) e con Dicasteri della Santa Sede e con Congregazioni Religiose, non abbiamo mai chiesto un riconoscimento ecclesiale o canonico perchè non ritenuto necessario.
Pertanto non si comprendono le note apparse su dette riviste che fanno riferimento al nostro Presidente il geometra Ferrari Marco
.
Le Associazioni si sono sempre dichiarate dalla loro fondazione di ispirazione Cristiana-Cattolica, con devozione mariana ed a carattere filantropico.
Per motivare i nostri animi e giustificare i nostri sforzi e sacrifici, ci consolano le bellissime frasi di nostro Signore Gesù Cristo contenute nel Vangelo: "AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO!" e "CHIUNQUE AVRA' FATTO DEL BENE AD UNO SOLO DI QUESTI PICCOLI LO HA FATTO A ME!"
Questo ci basta per sentirci in piena sintonia con il nostro Credo, la nostra appartenenza religiosa e quindi in stretta comunione con il Papa e la Chiesa.